Inaugurato il nuovo locale in Banditella: sarà aperto ogni fine settimana
Persone con disabilità in cucina e come camerieri. «Iniziativa speciale»

Livorno
Una nuova pizzeria ha aperto in città, la pizzeria Parco Mulino Livorno. Si tratta di un locale particolare, che vede coinvolti ragazzi con disabilità, soci della cooperativa Parco del Mulino, che lavoreranno in qualità di pizzaioli o come camerieri, preparando pizze e servendole ai tavoli. La pizzeria, un vero e proprio progetto di integrazione-lavoro, è stata inaugurata giovedì sera con una festa a base di pizza e sangria che ha richiamato, nel giardino del Parco del Mulino, molte persone. A supporto dei ragazzi ci saranno gli operatori del Parco del Mulino: Gabriele Reitano, pizzaiolo con formazione da educatore, la psicoterapeuta Marca Contini e l’educatrice Claudia Mazzarenghi. «Si tratta di una iniziativa commerciale – spiega Elvis Felici, vicepresidente della cooperativa – che si affianca alle altre attività commerciali promosse dal Parco del Mulino, che ha l’obiettivo di far lavorare i nostri ragazzi. Questo è un ambiente favorevole, accessibile a tutti: venire a mangiare la pizza qui significa sostenere i nostri ragazzi. Una pizza che non sarà perfettamente tonda, ma che sicuramente sarà buonissima». La pizzeria, dunque, si aggiunge alle altre attività lavorative sostenute dal Parco del Mulino: l’area parcheggio e camper che vede i ragazzi impegnati nella gestione dei pagamenti e dei check-in, il bed and breakfast, e il ristorante il Ca’Moro che – al suo interno – coinvolge quattro ragazzi. «La pizzeria – spiega Marco Paoletti, direttore della cooperativa – coinvolge una decina di ragazzi assunti a tempo indeterminato, part time con 3-4 turni a settimana di tre ore. Ci sono, inoltre, altri 3-4 ragazzi che al momento sono in formazione e che ci auguriamo di inserire quanto prima. La pizzeria è un tipo di attività semplice: si parte dalla preparazione dell’impasto, con cui cerchiamo di rendere operativi i ragazzi, puntando appunto sulla semplicità e cercando di trovare al ragazzo il giusto ruolo da ricoprire». Il progetto della pizzeria è stato sostenuto, per l’acquisto del forno e delle attrezzature, dalla Fondazione Livorno e dal Rotary Club Mascagni Livorno. La pizzeria, che include una cinquantina di coperti, è aperta durante il fine settimana: il venerdì, il sabato e la domenica dalle 20 in poi, al Parco del Mulino, con entrata in via Nenni, lato Banditella, dopo l’impianto sportivo dell’Armando Picchi (prenotazioni al 371/ 3567130). «Vorremmo trasmettere il concetto dello slow food – conclude Paoletti – ci piacerebbe che la gente venisse a mangiare la pizza, godendo del suggestivo spazio del Parco del Mulino. Inoltre stiamo cercando di esportare il progetto di integrazione-lavoro in altre zone d’Italia: vorremmo arrivare alla creazione di una sorta di interinale per il disabile, aprendosi ad altre disabilità».

ROSANNA HARPER BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI al 371 3567130 (foto Marzi)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *