Martedì 5 novembre è iniziato il progetto “IntrecciaMenti,” proposto dalla nostra operatrice Anna Elena Zavatta.

I ragazzi sono abituati a lavorare al Parco in varie mansioni da soli o in piccoli gruppi, un’occasione nuova per lavorare in maniera diversa, di socializzazione imparare a stare insieme e conoscersi meglio, crescere, imparare nuove forme di manualità e sviluppare la fantasia.

Dalla parola “intrecciare” nasce l’idea di questo laboratorio, che consentirà di allargare anche ad altre realtà livornesi il bagaglio di esperienza che la Cooperativa ha creato nel corso degli anni sul tema del Lavoro.
Confrontandosi con altre disabilità per intrecciare appunto esperienza e possibilità, lavorare per dare una chance di impiego ad altri ragazzi diversamente abili.

Il laboratorio propone un approccio alle tecniche di lavorazione sartoriali e artigianali ai fini di produrre oggetti artistici, imparare a lavorare artigianalmente come espressione del se, conducendo i ragazzi ad una conoscenza delle stoffe, delle cromaticità e delle tecniche di lavorazione.

IntrecciaMENTI

Livorno, 6 novembre 2019

© Gianna De Gaudenzi