«Livorno per il Ca’ Moro»
grande concerto al Caprilli

Si terrà dopodomani all’ex ippodromo e il ricavato andrà tutto al Parco del Mulino
Fra gli artisti sul palco Enrico Nigiotti, Marco Voleri, Leonardo Fiaschi e i Mayor

Stefano Taglionelivorno. II cantautore Enrico Nigiotti, il comico Leonardo Fiaschi, il tenore Marco Voleri e la compagnia teatrale dei Mayor Von Frinzius, dirette da Lamberto Giannini e accompagnata sul palco dall’attore-disturbatore Federico Parlanti, che fino a pochi giorni fa lavorava come cameriere proprio a bordo del ristorante galleggiante ormeggiato di fronte ai Quattro Mori.Dopodomani, alle 21.30, l’ex ippodromo Caprilli ospita “Livorno per il “Ca’ Moro”, il concerto benefico per aiutare i ragazzi del Parco del Mulino, rimasti senza barca dopo l’affondamento dello scafo, causato da un’enorme falla a prua, probabilmente irreparabile.L’esibizione è stata inserita, all’ultimo momento, nel bel mezzo del Cortomuso Festival. Un’organizzazione lampo, dato che l’inabissamento è avvenuto nel tardo pomeriggio di venerdì scorso. «L’idea mi è venuta subito e Nigiotti ha accettato immediatamente dopo la mia telefonata – spiega il sindaco Luca Salvetti – e lo ringrazio, insieme a tutti gli altri ospiti, perché rientrerà a Livorno un giorno prima di quanto aveva preventivato. Servivano nomi importanti per contribuire a questa causa e come Comune non spendiamo un euro in più: è a costo zero, visto che il palco, le luci e l’organizzazione c’erano già».Millecinquecento i posti a disposizione, dieci euro il costo del biglietto, acquistabile sia su Vivaticket che ai botteghini del Cortomuso. Il ricavato verrà devoluto interamente all’associazione che punta a includere i ragazzi affetti dalla sindrome di Down nel mondo del lavoro. Quindicimila euro potenzialmente i soldi sul piatto, tolti i costi della Siae, più tutte le offerte che arriveranno la sera stessa al banchetto che verrà allestito nell’arena. Per ripartire più forti di prima.Durante il concerto – organizzato dalla Fondazione Lem, Livorno Euromediterranea – si esibiranno anche Bobo Rondelli, i Sinfonico Honolulu, Andrea Appino degli Zen Circus, Frejico, mentre la serata sarà presentata da Emma Titomanlio, Irene Morini e Giuditta Novelli. Una vera e propria gara di solidarietà che, oltre agli artisti, sta coinvolgendo anche il The Cage che, come produttore, si è messo a disposizione per la propria parte, i service tecnici e i fornitori di servizio che stanno lavorando a Cortomuso. In ogni caso, fra oggi e domani, potrebbero aggiungersi anche nuovi artisti. «Abbiamo messo a disposizione una macchina organizzativa già rodata, che lavorerà gratuitamente», spiega il presidente della Fondazione Lem, che organizza la kermesse, Adriano Tramonti.Sul palco ci saranno anche i ragazzi del Parco del Mulino. «Sono contentissimo dell’iniziativa, mi piace soprattutto sentire il grande abbraccio di Livorno – dice Daniele Tornar, consigliere della cooperava e padre da Davide, cameriere del ristorante galleggiante – In questi giorni stiamo ricevendo moltissimi attestati di stima, anche da fuori città, perché il “Ca’ Moro” era un’icona, un simbolo di Livorno. Ci hanno contattato da Firenze, dalla provincia di Pisa e perfino da fuori regione. Non possiamo permetterci che quest’avventura finisca qui, il sogno deve continuare». © RIPRODUZIONE RISERVATAALTRO SERVIZIO A PAG. 8

la raccolta fondi

Apre la pagina web per donare i soldi con carta di credito
Non solo il conto corrente sul quale, nel corso della settimana, affluiranno molte offerte. Ora, per aiutare i ragazzi del Ca’ Moro, è stata aperta anche una pagina web sul sito Gofund.me, in cui si può donare con una carta di credito. Il sito è https://www.gofundme.com/f/salviamo-il-lavoro-dei-ragazzi-del-camoro. Quasi mille euro sono stati raccolti in poche ore. «Il nostro obiettivo – scrive il direttore della cooperativa, Marco Paoletti – è ripartire e continuare ad offrire lavoro ai nostri ragazzi, persone diversamente abili che hanno dimostrato di sapersi impegnare». Per i bonifici l’Iban – intestato alla cooperativa sociale Parco del Mulino – è IT17S0200813909000103487785. La causale dovrà essere “Salviamo il lavoro dei Ragazzi del Ca’Moro” più il nome e il cognome del donatore.