«La Toscana conferma di avere un cuore enorme. L’adesione all’appello lanciato per aiutare le ragazze e i ragazzi del Ca’ Moro (la barca ristorante dove lavoravano i giovani affetti dalla sindrome di Down affondato davanti ai Quattro Mori ndr) a ricostruire il loro sogno è stata altissima. Martedì scorso, alla Italian chef charity night, sono stati raccolti 8mila 400 euro, metà dei quali andranno alla cooperativa sociale Parco del Mulino. Grazie ai cittadini che hanno partecipato alla raccolta fondi. Grazie a Marco Gemelli de “Il Forchettiere”, alle associazioni di categoria per l’organizzazione al Forte Belvedere e ai 14 chef che hanno aderito alla serata. Continuiamo ad alimentare la fiamma della speranza, della rinascita e della ripartenza», dice il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo. Presente anche il consigliere regionale Francesco Gazzetti. La raccolta fondi è ancora attiva, queste le coordinate per aderirvi: Iban IT17S0200813909000103487785, causale “Salviamo il lavoro dei Ragazzi del Ca’Moro”.